David Bowie e Miguel Ferrer ricordano l’iconica scena di Phillip Jeffries

“[Phillip Jeffries] è un agente che è morto da otto anni o è stato assente per molto tempo e ha dimenticato di fare il check-in”, così David Bowie ha descritto il suo personaggio nel comunicato stampa del 1992 per Twin Peaks: Fire Walk with Me. “Il mio personaggio è un difensore della legge che viaggia nel tempo. Ha visto troppo e può fare ben poco al riguardo. Non molto diverso dalla prospettiva di un dio del rock, in realtà”.

Nella parte 14 di Twin Peaks: The Return, dedicata a Bowie, David Lynch e Mark Frost hanno riutilizzato frammenti di una delle scene di Twin Peaks: Fire Walk with Me più dirompenti; il 16 febbraio, pochi minuti dopo le 10:10, Phillip Jeffries, da tempo perduto, esce da un ascensore al settimo piano dell’ufficio dell’FBI a Philadelphia, sproloquia sul vivere in un sogno e sull’aver partecipato a uno dei loro incontri sopra un convenience store, e poi scompare nel nulla davanti a Dale Cooper, Albert Rosenfield e Gordon Cole.

Secondo il co-sceneggiatore di Twin Peaks, Bob Engels, Debby Trutnik, che era l’assistente di David Lynch nei primi anni ’90, ha chiesto ripetutamente al suo capo di scrivere una parte per Bowie. E così ha fatto. “Mi hanno “incastrato””, ha detto Bowie al Seattle Times. “Ho girato tutte le scene in quattro o cinque giorni, perché ero alle prove per il tour di Tin Machine del 1991”. Infatti, Bowie ha rubato una parte del costume di Jeffries per una buona causa: “Ho indossato la sua cintura un paio di volte sul palco con Tin Machine. Si compone di due ritratti piuttosto sgargianti di Frida Kahlo. Un articolo molto “attuale”. Spero che questo porti a un caso giudiziario che produca una massiccia esposizione sulla CNN. Altrimenti, lo venderò al miglior offerente … o a Madonna, forse”.

L’unica altra scena di Jeffries di cui siamo a conoscenza è stata rilasciata come parte di The Missing Pieces e mostra l’agente scomparso che entra in un hotel da qualche parte a Buenos Aires, in Argentina, prima e dopo il suo teletrasporto a Philly.

David Bowie ha descritto il lavoro con David Lynch come guardare un quattordicenne che ha avuto il permesso di riorganizzare il mondo per otto settimane: “Rinvigorente. Consiglio vivamente di lavorare con David. È deliziosamente matto”.

Il defunto Miguel Ferrer ha riconosciuto, in un’intervista inedita con l’autore di Reflections, Brad Dukes: “David Lynch si avvicina alle cose in un modo molto infantile per certi aspetti”. L’attore continua descrivendo ciò che è accaduto sul set un secondo prima di girare la famosa apparizione di Phillip Jeffries:

“David è tanto fan quanto artista … Ricordo che stavamo girando il film, c’era una scena con Kyle MacLachlan, David Lynch, io e David Bowie. Mi ha sempre chiamato Albert, non mi ha mai chiamato Miguel. Ha detto sussurrando: “Hey Albert.” Ho detto: “Ehi Dave”. Ha detto: “Quello è David Bowie”. Ho detto: “Sì, lo so”. David ha detto: “Forte, eh?” [Ride ] Poi ha girato la telecamera e abbiamo girato la scena. Ma, sai, quello è David. Era incredibilmente colpito dal fatto che David Bowie fosse proprio lì e amo molto questo di lui”.

Ora, questo è qualcosa di veramente interessante a cui pensare: non stiamo assistendo a un’identica ripetizione della scena leggendaria di Twin Peaks: Fire Walk with Me.

Jeffries indica Cooper e dice “Who do you think that is there?” invece di “Who do you think this is there?”. Questa versione della battuta può anche essere ascoltata in The Missing Pieces.
Nella parte 14, la voce di Bowie è stata doppiata dal doppiatore Nathan Frizzell. Perché? “C’è una logica dietro”, ci promette il doppiatore. Ricordate, Harry Goaz ha rivelato che David Bowie era stato chiamato per le riprese della nuova serie.

Infine, qual è l’unica cosa che è stata omessa dal sogno di Cole? Sì, Judy! Non parleremo di Judy, ma la ricorderemo?
Infine, una coincidenza interessante. Da alcuni punti di vista, la statua del cowboy al di fuori degli uffici della Lucky 7 Insurance di Dougie assomiglia a un David Bowie degli anni ’70, come sottolinea l’utente del forum Haldeman.

Credits: welcometotwinpeaks

Precedente Queen of Hearts: un film realizzato da un fan di Twin Peaks Successivo Un fan su Reddit ha una teoria su Audrey Horne e The Arm